top of page

Cadoneghe: Due autovelox e il sindaco parafulmine che incassa più di un milione di euro in un mese.

Ne avevamo sentite e lette tantissime in questi anni, ma il Sindaco di Cadoneghe Marco Schiesaro auto definitosi pubblicamente "sindaco parafulmine" per tentare di scaricare le proprie responsabilità non ci era mai successo.

cadoneghe sindaco
Marco Schiesaro - Sindaco di Cadoneghe (PD)

La questione è quella riferita agli ultimi due autovelox fissi, voluti da Marco Schiesaro (in foto), primo cittadino di Cadoneghe in Provincia di Padova e installati sulla SR 307 "Del Santo" in meno di un chilometro tra il primo e il secondo, nel centro dittadino del suo ricco paese veneto. Due autovelox che solo nel primo mese hanno fatto mettere a bilancio del micro comune padovano, oltre 1 milione di euro, soldi che mai avrebbe visto senza questi "espedienti legalizzati".


In molti anni di tutela sulle questioni autovelox e per i moltissimi sindaci che arrichiscono i propri bilanci con l'alibi della sicurezza sulle strade, ne avevamo lette e sentite tantissime, ma di esileranti come quella letta oggi mai. Il Sindaco Marco Schiesaro, dal profilo facebook istituzionale, ha risposto pubblicamente al Signor Thomas, uno dei moltissimi cittadini che si era lamentato dei due autovelox di Cadoneghe, del modo in cui erano stati installati abbassando il limite di velocità e del fatto che i suoi genitori anziani, erano stati multati per 1 chilometro oltre il limite.

facebook
Post facebook - Sig. Tomas Malosso

Testualmente il Signor Thomas scriveva: "Ringraziamo il comune di Cadoneghe per i nuovi autovelox piazzati per fare cassa, con un limite di 70 kmh portato a 50 kmh. I miei genitori, persone anziane che non si accorgono del limite diverso e passano 3 4 volte la settimana, in questo periodo di difficoltà con spese improvvise da dover sostenere dovute al maltempo, tetti danneggiati, è proprio una mazzata, anche per solo 1 kmh in più... Bravi complimenti. Me ne sono arrivate 4 di giugno, non voglio pensare tutta Luglio. Cosa ne pensa il sindaco Marco Schiesaro - Sindaco di Cadoneghe ? Il comune pensa ai cittadini immagino."

facebook
Risposta Sindaco Cadoneghe - Marco Schiesaro

Il Sindaco Schiesaro rispondeva "Buonasera Tomas, i velox sono stati installati dopo 4 esposti dei cittadini residenti lungo la Regionale 307 alla Prefettura di Padova. Il Prefetto ha ricevuto il comitato dei cittadini concordando con loro l’installazione. Sono stato convocato al COSP ( Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica) ed erano presenti i vertici delle forze dell’Ordine. Hanno chiesto conto della situazione e richiesto a tutte le FFOO di portare i dati di incidenti negli ultimi mesi. 68 incidenti in pochi mesi, 45 gravi con morti e feriti. Di fronte a questo il Prefetto ha emesso un decreto per l’installazione dei rilevatori di velocità indicando anche il posizionamento e la velocità che essendo un centro urbano sono 50km. Questa è la realtà. Quindi i rilevatori sono stati posizionati dopo gli esposti dei residenti ed autorizzati dal Prefetto. Il Sindaco fa sempre il parafulmine di tutto e rispondo sempre a tutti. Anche quando in questo caso non è lui ad installare i rilevatori. Io capisco le rimostranze e le denunce dei residenti e dei commercianti che insistono sulla regionale e si sono visti auto e camion finire nei loro giardini o nel Muson e capisco anche chi purtroppo in questi primi giorni ha preso la sanzione".


Cerchiamo allora di "fare le pulci" al sindaco Schiesaro e sulle sue dichiarazioni social, che diversamente, se lette da "non esperti in materia" come la maggiorparte dei cittadini, potrebbero passare per veritiere e concrete, ma non lo sono.


1) "ll Sindaco fa sempre il parafulmine di tutto e rispondo sempre a tutti. Anche quando in questo caso non è lui ad installare i rilevatori". Ci dica il Sindaco Schiesaro se non è stato lui a chiedere formalmente al Prefetto di Padova l'installazione e l'uso degli autovelox, chi sia stato a farlo perche siamo curiosi.


2) "I velox sono stati installati dopo 4 esposti dei cittadini residenti lungo la Regionale 307 alla Prefettura di Padova". Il Prefetto di Padova potrà sicuramente aver sentito questi solerti cittadini, (che ricordiamo al sindaco abbiamo chiesto di conoscere nel documento di accesso agli atti a lui recapitato), ma non potrà mai avere autorizzato gli autovelox per alcuni esposti arrivati da parte della cittadinanza. E' quindi falsa o quanto meno fuorviante anche questa dichiarazione del sindaco.


3) "Hanno chiesto conto della situazione e richiesto a tutte le FFOO di portare i dati di incidenti negli ultimi mesi. 68 incidenti in pochi mesi, 45 gravi con morti e feriti". Non ci risultano i 68 incidenti e i 45 gravi con morti negli ultimi mesi sulla SR 307 tra il Km.6+000 e il Km.8+000 o loro immediate vicinanze come prevede il codice della strada. Ricordiamo che il tasso di incidentalità deve essere riferito ai soli punti dove sono stati installati gli autovelox (o loro immediate vicinanze) e non a tutta la SR 307. Inoltre il tasso di incidentalità deve tenere conto solo degli incidenti con danni alle persone e non ai mezzi. Anche per questo abbiamo chiesto la relazione tecnica sulla incidentalità che vorrà fornirci per attestare quanto scritto pubblicamente. Ad oggi ripetiamo che questo dato non ci risulta e pertanto, fino a prova contraria, lo riteniamo falso o quanto meno fuorviante.

decreto prefetto
Decreto Prefetto Padova

4) "Di fronte a questo il Prefetto ha emesso un decreto per l’installazione dei rilevatori di velocità indicando anche il posizionamento e la velocità che essendo un centro urbano sono 50 km". Alla data di oggi, la Prefettura di Padova non ha ancora pubblicato il decreto di autorizzazione emesso a favore di questi due ultimi rilevatori. Lo abbiamo formalmente richiesto sia al Prefetto che al Sindaco che al Veneto Strade Spa (gestore della strada). Abitualmente i Prefetti non indicano mai la velocità che viene invece imposta dall'ente gestore o in questo caso, siamo sicuri dal Comune di Cadoneghe, essendo quel tratto in centro urbano come confermato dal Sindaco Schiesaro, è pertanto sotto la diretta gestione comunale che ne dispone anche i limiti di velocità. Ma questo lo confermeranno i documenti che saranno trasmessi.


5) "Io capisco le rimostranze e le denunce dei residenti e dei commercianti che insistono sulla regionale e si sono visti auto e camion finire nei loro giardini o nel Muson e capisco anche chi purtroppo in questi primi giorni ha preso la sanzione". Il Sindaco capisce le ragioni di tutti, ma prima di mettere gli autovelox, per evitare i camion nel Muson o nei giardini, quante pattuglie dei vigili ha messo su quei punti della SR 307 per fermare e sanzionare chi corre? Il Sindaco di Cadoneghe ha redatto il Piano Urbano del Traffico, obbligatorio dal 1993 per mettere in sicurezza la SR 307 nel suo territorio comunale ed essendo egli anche Assessore della Provincia di Padova con delega alla viabilità, ha redatto assieme a Veneto Strade Spa, il Piano Extraurbano del Traffico sempre obbligatorio dal 1993 ed essenziale per mettere in siruzza le strade, gli automobilisti ed i suoi concittadini che tanto comprende...?



Comments


bottom of page