top of page

FIRENZE: IL GDP ACCOGLIE BEN 18 RICORSI E ANNULLA TUTTE LE CONTRAVVENZIONI AD UN AUTOMOBILISTA.

L'APPARECCHIO E' POSIZIONATO IN VIALE XI AGOSTO IN MODO IRREGOLARE SUI LAMPIONI CHE ILLUMINANO LA STRADA...

La Giudice di Pace - Carla de Santis, ha annullato diciotto multe recapitate dal nuovo telelaser di viale XI Agosto a Firenze. È una sentenza destinata a far rumore anche perché di questi apparecchi che controllano la velocità ne sono stati installati diversi in città, per esempio a Firenze sud e in altre zone.


E fra mille polemiche.

Di fatto la sentenza demolisce diciotto violazioni del codice della strada emesse nei confronti di un solo automobilista, un operatore sanitario che percorre per andare al lavoro, da anni lo stesso tragitto passando proprio da viale XI Agosto.

La sentenza del Giudice di Pace ha cancellato multe che andavano da 76 a 273 euro in alcuni casi anche con la decurtazione di tre punti sulla patente. Punti che naturalmente all’automobilista ora verranno reintegrati. La giudice anche per il rimborso delle spese sostenute dalla “vittima” delle contravvenzioni condannando il Comune di Firenze per dimostrare in sede legale la sua innocenza.

Inoltre sempre la giudice ha preso in esame le motivazioni tecniche sui nuovi telelaser e sul fatto che questi dovrebbero essere sistemati nella corsia di marcia degli automobilisti che a loro volta devono essere avvertiti in tempo della presenza di questi sofisticati apparecchi in grado di leggere la velocità anche a distanza di metri.

Ma alcuni di questi apparecchi, come quello “incriminato” di viale XI Agosto (cioè nella trafficata zona di Peretola), sono stati messi in cima ai lampioni e questa, ha rilevato la giudice, è una violazione di quanto previsto dal Codice della strada.


Questa sentenza, aprirà la strada a molti altri ricorsi nei confronti di analoghe contestazioni fatte con i telelaser. Del resto segue di pochissimo tempo un’altra pronuncia a favore dell’annullamento di altre multe da parte di un’altra gfiudice di pace, Sonia Salerno. Il provvedimento in questione è stato tra i primi a Firenze a dar ragione agli automobilisti che devono fare i conti con un numero di telelaser che l’amministrazione comunale intende aumentare ulteriormente in nome della sicurezza stradale. Ma il tema è stato oggetto nelle scorse settimane di polemiche e di proteste. Lo stesso senatore Matteo Renzi è intervenuto contro il sindaco Dario Nardella (ne avevamo parlato qualche giorno fa) e Italia viva ha anche promosso una raccolte firme e contro “il multificio” si sono espressi anche alcuni consiglieri della destra.

445 visualizzazioni

Comments


bottom of page